COMPARTIENDO

29 noviembre 2007

Cerchi nel grano

Una nuova indagine scientifica sui cerchi nel grano pubblicata da ricercatori italiani sul Journal of Scientific Exploration

L'ultimo numero del Journal of Scientific Exploration (JSE vol. 19/2 Estate 2005) contiene l'articolo intitolato ''Balls of Light: The Questionable Science of Crop Circles'' che vede come autori Francesco Grassi, Claudio Cocheo e Paolo Russo del CICAP (Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sul Paranormale).

Quest'articolo rivede in chiave critica le ipotesi contenute in tre articoli scritti rispettivamente da W.C. Levengood (1994), W.C. Levengood & N.P. Talbott (1999) e da E.H. Haselhoff (2001). Questi tre articoli suggerivano il coinvolgimento di qualche genere di radiazione elettromagnetica durante la formazione dei cerchi nel grano di cui sono attualmente considerati il ''punto di riferimento scientifico''.

A causa del contenuto scientifico sensazionale di quegli studi e del grande riscontro ricevuto dall'opinione pubblica mondiale, il CICAP ha ritenuto d'obbligo un esame piu' esaustivo dei dati contenuti, della relativa elaborazione e delle analisi statistiche, in base alla regola condivisa che affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie.

Grassi e colleghi nel proprio articolo discutono i metodi e le conclusioni dei tre articoli citati, evidenziando l'uso scorretto e fuorviante sia dei protocolli sperimentali che delle procedure statistiche, l'omissione arbitraria di risultati indesiderati e la debolezza dei modelli fisici proposti per le ipotesi sostenute. In particolare, mostrano che sia le conclusioni di Levengood & Talbott che quelle di Haselhoff non sono comprovate e non dimostrano il
coinvolgimento di una sorgente di radiazione elettromagnetica durante la formazione dei cerchi nel grano.

L'articolo del CICAP rivela anche un altro importante retroscena avvenuto prima della pubblicazione sul JSE. Physiologia Plantarum, la rivista che ha pubblicato i tre articoli citati precedentemente, ha svolto un ruolo cruciale nel promuoverli come ''punto di riferimento scientifico'' sull'argomento e nel dare loro supporto e credibilita'
scientifici. Sebbene Physiologia Plantarum si sia trovata d'accordo con l'articolo di Grassi e colleghi circa il contenuto pseudoscientifico dei tre articoli criticati (Physiol. Plantarum, comunicazione agli autori, 2004), allo stesso tempo ha rifiutato di pubblicare l'articolo con la sorprendente motivazione secondo la quale ''non c'e' alcuna discussione scientifica in atto sui cerchi nel grano''.

Dopo una discussione lunga ed esaustiva, l'articolo di Grassi e colleghi conclude che le tesi sostenute da Levengood, Talbott e Haselhoff nei loro tre articoli non sono affatto supportate dai dati disponibili, i quali dimostrano solamente una differenza nell'allungamento dei nodi tra le piante appiattite all'interno dei cerchi e quelle rimaste erette all'esterno, cosi' come ci si dovrebbe aspettare nel caso in cui gli steli fossero stati appiattiti al suolo da una forza meccanica di qualunque tipo.

FONTE: dnamagazine.it


qualcuno mi pensa?

Quando pensi che a nessuno importa se sei vivo, prova a non pagare per due mesi la rata della macchina.
[John Adam Belushi (1949 - 1982), attore statunitense]

SAN LUIS, MERLO ARGENTINA